Jooney Woodward

Jooney Woodward was born in London in 1979 but moved to Dorset when she was five.

www.jooneywoodward.co.uk

 

In previous occasions I have already shown work by participants in the Taylor Wessing Portrait Prize, one of the most (if not the most) important European contests dealing with photographic portrait. Well, today I am presenting to you Jooney Woodward, last year’s winner. The first image shown was actually last year’s winning portrait: “Harriet and gentleman Jack”.  Woodward’s photographic research spins around the rural and suburban worlds of Great Britain, most specifically of Wales. Her subjects seem to live in an ancient world and  there is no doubt the physiognomies belong to the specific geographic area. Amongst the many annual farming festivals and fairs happening out there in those places in the middle of nowhere, you can, through these remarkable pictures, sense the presence of old stories and traditions. This is what Joony Woodward says about her technique: “I use a Mamiya RZ, medium format film camera. It’s more of a studio camera and therefore it’s quite heavy, but I love the results I get from it. I prefer the quality and depth you get from using film. I don’t mess around with Photoshop, so what you see is what you get. We’re in an environment now where we are inundated by enhanced images, which portray a false sense of reality. My work celebrates the people and places as they appear every day.”

Ho già citato diverse volte in questo blog alcuni dei finalisti del Taylor Wessing Portrait Prize, forse il concorso europeo più importante per quanto riguarda il ritratto. Ebbene, l’autrice di oggi è la vincitrice dell’ultima edizione. L’immagine con cui ha vinto il premio è la prima di quelle mostrate sotto: “Harriet and the Gentleman Jack”. La sua ricerca fotografica è incentrata sul mondo rurale e periferico della Gran Bretagna, il Wales in particolare. I suoi soggetti sembrano vivere in un mondo arcaico e le fisionomie sono tipicamente appartenenti al luogo. Tra le esibizioni annuali di animali, gli eventi legati all’agricoltura e i paesaggi sperduti chissà dove, si intuisce la presenza di storie antiche e di tradizioni tramandate. Questo è quanto dice Jooney riguardo il suo modo di fare fotografia: “Uso una Mamiya RZ, medio formato a pellicola. E’ più di una macchina da studio, è infatti un po’ pesante ma adoro il risultato che mi da. Preferisco la qualità e la profondità che si ottengono utilizzando la pellicola. Non mi trastullo con Photoshop, quello che vedete è quello che è. Ora viviamo in un’ambiente in cui siamo inondati da immagini caricate, che ritraggono un falso senso della realtà. Il mio lavoro celebra le persone e i luoghi così come appaiono ogni giorno.”

 

All Images Copyright © Jooney Woodward – Published with permission of the author.



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: